1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer>

Masseria Domenico Zenzola

Bioturismo e agricoltura biologica i temi della visita guidata che ConCretaMente ha organizzato domenica 17 ottobre presso la masseria di Domenico Zenzola a Ruvo di Puglia. I circa 100 partecipanti, attraverso la visita al bellissimo maneggio, hanno appreso la funzione ecologica dell’allevamento all’aperto di animali secondo il metodo “bio”: i cavalli, per esempio, si nutrono dell’erba che, altrimenti, dovrebbe essere eliminata con l’utilizzo di macchinari ad alti costi energetici e producono il letame necessario a fertilizzare il terreno attraverso il processo di compostaggio.

I tecnici del C.I.Bi. e del Consorzio Puglia Natura, con la collaborazione del titolare dell’azienda, hanno mostrato l’oliveto biologico che “chiude il cerchio” sulla tutela dell’agrosistema e la sua biodiversità. 
Sono state mostrate "concretamente" le caratteristiche, i pregi e i difetti dell’agricoltura “bio” e, anche grazie alla spiegazione sull’uso della compostiera per il compostaggio domestico, sono stati illustrati i benefici che il "riciclo intelligente" ha per la salute dell’individuo e dell’ambiente.
Tra l’entusiasmo di tutti, la visita si è conclusa con la degustazione dell’olio di “produzione propria” e delle gustossissime bruschette di accompagnamento alla prelibata grigliata di carne locale.

 

La sostanza organica del terreno, il suo ciclo e il processo di compostaggio sono i temi al centro del primo seminario per tecnici tenuto il 12 ottobre u.s. presso la sede del C.I.Bi. Puglia a Bari.
I circa 30 tecnici - periti agrari e agronomi - in gran parte impegnati nel settore biologico e nella certificazione, hanno potuto approfondire il tema del compostaggio  spesso trascurato dalle stesse aziende.
I docenti hanno illustrato le tecniche che consentono all’azienda agricola di produrre il fertilizzante per le proprie colture con un sistema interno di compostaggio e i vantaggi che ciò comporta: miglioramento della qualità del terreno che, con il compostaggio, acquisisce humus che, invece, con il semplice processo di deterioramento di erbe residue e di potatura non otterrebbe; riduzione dell’impatto ambientale derivante dal trasporto (nonché dal confezionamento ecc.) del concime organico acquistato; ottimizzazione di risorse interne che, altrimenti, l’azienda smaltirebbe senza trarne vantaggio alcuno e, probabilmente, impiegando risorse ad impatto ambientale.
L’obiettivo atteso è l’osmosi di informazioni dai tecnici alle aziende e il supporto ad accedere a forme di "riciclo intelligente" con un sistema interno di compostaggio.

 

ConCretaMente continua a cogliere nel segno con i prossimi 3 appuntamenti: la visita guidata del prossimo 20 ottobre al Pastifico Granoro di Corato, le due visite di domenica 24 ottobre p.v., la prima presso l’azienda agricola Anna Lisi di Monopoli e la seconda presso l’ azienda agricola e cantina Colli della Murgia di Gravina di Puglia.

 

E’ stato, invece, rimandato a dicembre il seminario in – formativo destinato ai tecnici e programmato per il 21 ottobre p.v. presso il Consorzio Oliveti d’Italia.

 

Per date e informazioni più approfondite consultare il sito www.concretamentebio.it o rivolgersi ai contatti ivi indicati.