1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer>

Oleificio Pellegrino

Continuano le visite guidate di ConCretaMente nel periodo migliore dell’anno per la scoperta dell’olio extravergine d’oliva, prodotto tipico locale d’eccellenza: domenica 5 dicembre 2010 l'oleificio Pellegrino di Andria (www.pellegrino-online.com), ha aperto le porte ai visitatori di ConCretaMente.
Il trenino aziendale ha condotto il gruppo nell'uliveto per illustrare il metodo di conduzione delle attività, le colture biologiche e la gestione dei residui organici della potatura.
Mostrando rametti e fogliame finemente frantumato e in stato di degradazione, Nico Panaro, tecnico C.I.Bi. insieme al rappresentante legale dell’azienda Elia Pellegrino, hanno parlato dell’agricoltura biologica, delle produzioni biologiche, convenzionali e D.O.P., dei sistemi utilizzati e dei vantaggi agronomici e ambientali che derivano da essi.

La passeggiata didattica è continuata con la visita al frantoio per assistere alla trasformazione delle olive e alla spiegazione sui metodi di produzione di qualità. E’ seguita la degustazione di prodotti tipici e l’animazione per i piccoli visitatori di ConCretaMente.
L’incontro è proseguito con la proiezione del filamto di progetto in seguito al quale il dott. Panaro ha spiegato il processo di compostaggio, i vantaggi, la praticabilità anche in ambienti domestici, ha dimostrato l’utilizzo della compostiera di progetto e ha risposto alle domande dei visitatori.
L’approfondimento sulla tematica del ri – ciclo intelligente a costo zero è continuato con la passeggiata, guidata anche dal responsabile aziendale, nei campi adiacenti l’impianto, dove era in atto il compostaggio del cumulo di residui di potatura, fogliame e altro materiale organico utile alla produzione di sostanza fertilizzante naturale.
La consegna delle piantine di lentisco, simbolo del progetto, ha chiuso la visita e ha raccolto l’invito di un gruppo di insegnanti scolastici di Andria rivolto al personale di progetto ad organizzare altri incontri sulle tematiche e con le modalità di ConCretaMente in quanto l’impostazione didattica (pratica e teorica) e la professionalità del personale coinvolto riesce a  informare in modo efficace “vecchie” e “nuove” generazioni su temi d’importanza collettiva come la protezione dell’ambiente.