1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer>

“ConCretaMente”, seminari tecnici per gli agricoltori

Educazione permanente sui temi della tutela dell’ambiente, in corso nella provincia di Bari, nell’ambito del Progetto “ConCretaMente”.

 

Proseguono i seminari rivolti agli agricoltori e agli operatori del settore agro-alimentare della provincia di Bari, organizzati dalla CIA Confederazione italiana agricoltori di Bari nell’ambito del Progetto “ConCretaMente” (www.concretamentebio.it). Finanziato dalla Provincia di Bari con i fondi dell’Unione Europea destinati alla formazione permanente (Por Puglia – FSE – Asse 4 – attività per migliorare il livello delle competenze del capitale umano pugliese), esso prevede infatti, fra le tante attività, la realizzazione di quindici seminari rivolti agli agricoltori ed operatori del settore agro-alimentare.

 

Obiettivo generale del Progetto è  intervenire, secondo un approccio integrato, per la promozione della difesa del suolo e la gestione del territorio, da un lato con  la diffusione dell’agricoltura biologica, dall’altro con interventi di formazione, informazione e comunicazione, in un ottica di filiera. Il Progetto “ConCretaMente”, che ha come capofila l’IFOC Azienda Speciale della Camera di Commercio di Bari, è realizzato in collaborazione con C.I.A. Confederazione Italiana Agricoltori della provincia di Bari, C.I.BI Consorzio Italiano per il Biologico, Consorzio Puglia Natura e Associazione Eco Bio Equo.

 

Dopo Palo del Colle, Ruvo e Turi, questi i prossimi appuntamenti per i seminari: il 25 febbraio a Noci, presso la Parrocchia Nome di Gesù (via Tommaso Siciliani – ore 9.00-13.00); il 28 febbraio ad Altamura, presso la sede GAL Terre di Murgia (Sala Camastra, piazza Resistenza – ore 17.00-21.00): il 1° marzo  a Castellana Grotte, presso la Sala Giunta del Comune (ore 17.00-21.00) e il 2 marzo a Bitetto, presso la sede CIA (via Garibaldi, 11 – ore 17.00-21.00).

 

Sono circa trecento i destinatari di questa azione di educazione permanente, focalizzata in particolare su temi legati alla tutela ambientale: protezione del suolo e soluzioni tecniche e tecnologiche  necessarie; rispetto delle norme sui criteri di gestione obbligatori, smaltimento dei rifiuti agricoli e rispetto delle norme sulla sicurezza del lavoro e della somministrazione degli alimenti.

 

Le attività seminariali mirano a migliorare la consapevolezza del ruolo dell’operatore agricolo ed agro-alimentare ai fini di un’agricoltura eco-sostenibile ed una produzione di alimenti a basso impatto ambientale, come avviene nella filiera del biologico. Una corretta gestione del suolo permette infatti di conservarne inalterate le caratteristiche nel tempo e quindi di ridurre i costi negativi che in caso contrario si traducono sull’ambiente circostante in costi ambientali, economici e sociali spesso irreversibili.

 

Il risultato è davanti agli occhi di tutti: riduzione della fertilità del terreno; inquinamento degli strati superficiali e delle falde profonde; erosione del suolo; desertificazione; inondazioni; frane; smottamenti; distruzione e degrado di intere aree e modifiche del paesaggio; perdita del patrimonio agricolo e rurale, degrado urbano e del paesaggio rurale; perdita di valore venale delle proprietà immobiliari e delle attività economiche.

 

Da qui la necessità di sensibilizzare e coinvolgere  produttori e consumatori nella condivisione di valori e pratiche legati alla produzione biologica e quindi al consumo sostenibile dei prodotti agro-alimentari.