1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer>

Il Petraro

All’insegna dell’amore per la natura e della sana alimentazione, si è svolta la visita guidata di domenica 20 marzo 2011 a Modugno presso la masseria didattica di Agostino Ruccia “Il Petraro” (www.ilpetraro.com).
La passeggiata “didattica” ha avuto inizio alle 10.00 con la presentazione dell’azienda da parte del  titolare, il quale, oltre a spiegare quali sono le attività, ne ha illustrato la vocazione prevalentemente biologica (sia nella produzione che nella trasformazione esclusiva dei prodotti aziendali) evidenziando l’utilizzo di tecniche agronomiche atte a preservare e migliorare la fertilità del suolo, attraverso il mantenimento di un buon livello di sostanza organica.
Il tecnico C.I.Bi., dott.Marcello Cilla, ha poi proseguito con l’illustrazione del progetto “ConCretaMente” evidenziando l’importanza e i benefici che l’agricoltura biologica apporta alla fertilità del suolo, alla tutela dell’ambiente, alla qualità della vita e all’aumento del benessere degli individui anche e soprattutto con la riduzione delle immissioni di  anidride carbonica nell’atmosfera.

Tra le tecniche di tutela del suolo a garanzia del ciclo della sostanza organica vi è il compostaggio, argomento cardine del progetto mostrato concretamente attraverso la proiezione del video “ConCretaMente – Proteggiamo la Terra coltivando la terra” (visionabile nella sezione video box della home page www.concretamentebio.it) e spiegato nella sua praticabilità sia in azienda (con i residui derivanti dalla produzione aziendale, come per esempio, quelli colturali e gli scarti di potatura) sia in ambiente domestico (con i residui organici alimentari).E’ seguita la  passeggiata nell’uliveto e nel rimanente corpo aziendale dove il gruppo è stato guidato dalle spiegazioni del titolare Agostino Ruccia e del tecnico Marcello Cilla; è seguita la visita al laboratorio di preparazione delle conserve sott’olio dei prodotti aziendali: qui il titolare  ha illustrato le tecniche di lavorazione e preparazione.La mattinata si è conclusa con la degustazione dei prodotti aziendali e con la consegna a tutti i partecipanti delle piantine di rosmarino, simbolo del progetto e auspicio di memoria costante sull’importanza della tutela dell’ambiente e del contributo che, a questa, ciascuno (anche nel proprio piccolo) può dare quotidianamente.