1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer>

Masseria dei Monelli

Dopo l’accoglienza e la registrazione dei partecipanti, i responsabili della Masseria dei Monelli domenica 15 maggio hanno condotto il gruppo nel campo dove, nel corso della visita del 1° novembre u.s., è stato seminato un appezzamento di fave della varietà tipica locale.
Osservando l’intero ciclo naturale (dalla semina alla raccolta) e accompagnati dalle spiegazioni del tecnico C.I.Bi. dott. N.Panaro, i visitatori hanno potuto raccogliere le fave, pulirle e degustarle (preparate secondo una ricetta tipica locale).
Gli scarti della pulizia delle fave sono stati inseriti nelle compostiere domestiche già in uso nell’azienda che, a scopo didattico, ne utilizza diverse per osservare in ciascuna uno stadio del processo di compostaggio. Dopo l’inserimento dei residui delle fave e, quindi, l’osservazione del primo stadio del processo di compostaggio si è, infatti, passati alle altre compostiere in cui sono stati osservati i diversi stadi del processo di decomposizione del materiale organico e, con l’ausilio di una lente d’ingrandimento, il dettaglio della microfauna presente.


Nell’occasione l’esperto C.I.Bi. ha spiegato e illustrato il ciclo del carbonio in natura, le tecniche per mantenere in equilibrio la sostanza organica nel suolo e i principi cardine dell’agricoltura biologica.
E’seguita un’interessante passeggiata lungo il sentiero dedicato a piante di uso etnobotanico e piante caratteristiche della macchia mediterranea. Qui il responsabile aziendale, Giovanni Signorile, ha illustrato il miglior impiego di ciascuna specie botanica, in campo alimentare, medico, cosmetico, ecc. quali buone prassi per la protezione dell’ambiente e la salute dell’individuo.
Al termine della visita la titolare della masseria, Daniela Santostasi e l’esperto Nico Panaro hanno concluso con le riflessioni sulla necessità di porre in essere comportamenti semplici ma quotidiani finalizzati alla tutela e alla protezione dell’ambiente. ra questi, per esempio, l’attenzione all’acquisto e al consumo di prodotti locali, biologici e, quindi, stagionali come le fave (di cui è stata offerta una piccola degustazione).
E’seguita la proiezione del video di progetto "ConCretaMente - Proteggiamo la Terra coltivando la terra", accompagnata dalle spiegazioni tecniche e dalla consegna delle piantine di colture mediterranee, quale promemoria all'attenzione all'ambiente e alla tutela di esso.